Sei in Viaggio!

Ecco il servizio di Matteo Taietti per Telemantova, andato in onda il 6 aprile 2018

. Sono molto felice di farne parte, si dice che non si è mai profeti in patria, e invece questa volta eccomi ^_^

Puntata Sei in Viaggio.

minuto 16.20 !!!

 

 

Annunci

Primavera!

Finalmente è arrivata la Primavera, almeno sul calendario! Quest’anno la bella stagione si fa attendere, ma almeno la stagione artistica è iniziata, e non poteva esserlo se non con un elogio alla Primavera. Ho trovato questa illustrazione che mi ha colpita, inutile dire che è stato amore a prima vista, e di rimando mi portava ad una poesia di ALDA MERINI che vi ripropongo

“Spring” Gessetto su pannello

MA DA QUESTE PROFONDE FERITE USCIRANNO FARFALLE LIBERE

“O donne povere e sole,
violentate da chi
non vi conosce.
Donne che avete mani 
sull’infanzia,
esultanti segreti
d’amore tenete conto
che la vostra voracità
naturale non
sarà mai saziata.
Mangerete polvere,
cercherete d’impazzire
e non ci riuscirete,
avrete sempre il filo
della ragione che vi
taglierà in due.
Ma da queste profonde
ferite usciranno
farfalle libere.”

“Through Children Eyes” Murals Part 1

On November the 27th, a friend of mine called me to ask me if I were interested in an article he found on the local newspaper. He sent me a picture labeled: “How to decorate Enel Electrical Power Cabin – Contest Kick-off”. I double-checked, just to be sure, and the article talked indeed about a contest set by San Giorgio and Bigarello districts together, in order to enhance the general appearance of those sad Electric Cabins outdoor, decorating them with some sort of murals. There was a phone number, and I called it immediately.

They talked me about the project: the realization of two murals on two different groups of cabins, located in a central square in town. Artists were free to choose whatever subject they like for the murals, and there was only twelve days left …not bad if considered that I am super slow at painting!

Ideas started rolling on my mind, and I began wondering about something peaceful and joyful: the world seen with childhood eyes. My Little Prince open my eyes, actually!

I sent the work and waited, and waited again. Time flied and I had no news for a while, until a phone call announced me that, unfortunately, I did not win the main prices, but the jury did really appreciated my project, so they asked for more cabins to decorate! I was enthusiastic about that: I finally managed to paint at my hometown! As an artist I travel around the world, I paint everywhere, but any time there is a Street Art event at home, I am not considered, and I am always sad and disappointed about this.

But now…my Cabin is right behind a playschool, perfect match for the subject. Title of the mural is: “through children eyes”, the world seen and painted by them. In fact, there are kids the paint what their minds tell them, and so there come famous stories: a blond Snow White, the “break a leg” legend, a Saint George who does not kill, but become friend of the dragon…

Many curious, now, stop by and enjoy the picture. Well…I completed my quest!

Il 27 Novembre 2016 un amico, mi contatta chiedendomi se mi interessava un articolo che aveva trovato sul quotidiano locale, e mi gira la foto dove leggo ‘Come colorare le cabine Enel – Parte il Concorso’ leggo bene, parla appunto di un concorso lanciato dall’Unione dei Comuni San Giorgio e Bigarello, per riqualificare l’estetica, tramite dei murales di queste tristi cabine collocate sul territorio comunale. C’è un numero di telefono e chiamo subito!

Mi spiegano il progetto, realizzare due murales per due blocchi di cabine in una piazza centrale del paese, i soggetti sono liberi, e rimangono solo 12 giorni per il progetto…e pensare che io sono lentissima!!!

Le idee cominciano a ronzarmi in testa, e da subito mi viene in mente qualcosa di pacifico, di benevolo, il mondo con la spensieratezza di un bambino, il mio Piccolo Principe mi apre gli occhi!

Consegno e aspetto….e aspetto….i mesi passano e non si sa nulla finchè una telefonata mi annuncia che purtroppo non ho vinto i due premi principali, ma il mio progetto è piaciuto, e decidono di chiedere altre cabine da dipingere!!! Ne ero entusiasta, finalmente potevo dipingere a casa mia!!! Giro il mondo a disegnare,ma quando ci sono eventi di Street Art nella mia città non vengo mai presa in considerazione, e mi dispiace molto…

La mia Cabina è accanto ad un asilo nido, perfetto per il mio soggetto !!! Il titolo del mio Murales è :” Attraverso gli occhi dei bambini” il mondo visto e disegnato da loro, infatti vi sono dei bambini che disegnano ciò che la loro mente pensa, e così ci sono le storie famose, una Biancaneve bionda, la leggenda di ‘In bocca al lupo’, un San Giorgio che non uccide ma diventa amico del Drago….

Molti curiosi si fermano e si compiacciono del disegno, bene, sono riuscita nel mio intento!!!

 

CREDITI:

Cosplay Models: Giulia Boscovecchio

Photo Cosplay: Manuel Moggio

Translate: Acerbo Lorenzo

Rhine Side Gallery – Krefeld

Rhine Side Gallery – Krefeld

Pumped with enthusiasm for this prize, I moved to Krafeld with Andrea and Fabio, my travel mates. We’d already been there two years ago, for the Wood Art Gallery, when we lived and worked in a wood.

This time we had to contribute on the urban requalification project of the river neighbourhood, which involved 16 artists from 8 different nations to work side by side.

I chose no predefined subject and arrived with free heart, allowing the place to send me messages… and so it happened! After a moment of wavering, I’ve been flashed by a building, or better saying, by one of its sides, which hosted a balcony and a folding door in the middle.

The brainwave led me to a lantern for fairies and fireflies!!

Again, weather hinder us a quite a lot, but luckily, I had to set up the project development and preparation first, so that time was not wasted but well spent!!I prepared two projects, as I still didn’t know with which type of scaffolding I would be provided.According to first project the lantern would settle on a wrought-iron tripod, in the second project it would be placed on two hands. Final choice went on second project!

We worked from 6 am till 9 pm: any moment was helpful and we were all tired but very satisfied. I’ve been able to finish before the actual deadline and therefore I managed to realize a second small piece of work.

I wanted to pay tribute to Bian Froud, an English illustrator, who I always loved and worshipped; he’s probably been the first fantasy illustrator who never charmed me!Based on one of his illustrations, I modified colours and added some butterflies, in order to transform the character in the Witch of Butterflies, a sort of wood spirit or nymph.

…and now I’m back home, with a joyful heart and an incredible will to keep on drawing and drawing!!

I wish to thank all those people who made this trip possible!!

Thanks to my husband, who knows how these experiences make me feel good and always supports me; thanks to my friends; thanks to the wonderful family of artists, which in the last years has been growing and strengthened; thanks to Frederike Fredda Wouters who helped and supported all of us, by organizing a wonderful event in Krefeld, which has now become the Rhine Side Gallery; thanks to the sponsors; thanks to the city of Krefeld which welcomed us; thanks to Mary Kudasheva to work side by side with me, so that our paintings mixed together with flying fireflies; thanks to Anat Ronen, who beard my poor English for several days, but probably liked it as he dragged our conversations for hours and hours!!

A big thanks to all those helped and supported me.

Carica di questo entusiasmo, con i miei compagni di viaggio Andrea e Fabio ci siamo spostati a Krefeld. Eravamo già stati qui 2 anni fa per il Wood Art Gallery, in cui avevamo vissuto e lavorato in un bosco. Questa volta invece il progetto era una riqualificazione urbana di un quartiere vicino al fiume dove 16 artisti di 8 nazioni si sono riuniti per lavorare fianco a fianco. Questa volta non mi son voluta prefissare nulla, sono arrivata a cuore libero, aspettando che il posto mi lanciasse qualche segnale….e così è stato!!! Dopo qualche tentennamento sono stata folgorata da un edificio, o meglio da un suo lato, che presentava un balcone coperto, una bussola al centro. E la folgorazione è stata una lanterna per fate e lucciole! Anche qui il mal tempo ci ha messo un po’ in difficoltà, ma per fortuna dovendo svolgere anche tutta la fase progettuale e i preparativi ogni momento non era perso ma investito!!!

Ho preparato due progetti, non sapendo se e che tipo di trabattello ( in inglese scaffolding) mi avrebbero dato. Nel primo la lanterna si sarebbe appoggiata su un treppiedi in ferro battuto, nella seconda sarebbe stata sorretta da due mani, e la scelta finale è stata la seconda! Si lavorava dalle 6 del mattino fino alle 21 di sera, ogni momento era buono, eravamo tutti stanchi ma soddisfatti. Sono anche riuscita a finire prima del tempo previsto, così ho potuto lavorare ad un secondo piccolo progetto, un dipinto su una roccia spezzata. In questo caso ho voluto rendere omaggio a Brian Froud, un illustratore inglese che ho sempre adorato e amato, forse il primo illustratore fantasy che mi abbia ammaliata! Sono partita da una sua illustrazione, ma ne ho modificato un po’ i colori ed ho aggiunto delle farfalle, per trasformarla nella Strega delle Farfalle, uno spirito dei boschi, una ninfa.

Ed ora sono tornata a casa, col cuore gonfio di gioia e una voglia incredibile di dipingere ancora….e ancora.

Ringrazio tutte le persone che han reso possibile questa trasferta, a partire da mio marito, che sapendo quanto mi faccia bene mi supporta, agli amici, alla bellissima famiglia di artisti che negli ultimi anni si è consolidata, a Frederike Fredda Wouters che ci aiutati e supportati organizzando un bellissimo evento a Krefeld che da ora sarà la Rhine Side Gallery, agli sponsor, alla città di Krefeld che ci ha accolti a tutti coloro che mi hanno aiutata e sostenuta, a Mary Kudasheva che ha lavorato al mio fianco unificando un po’ i nostri dipinti con le lucciole che volavano, e ad Anat Ronen che per giorni ha sopportato il mio inglese ma che mi trascinava in discorsi di ore ed ore!!!

 

Grazie ad Alessandra Vidili che mi supporta e sopporta con la traduzione!!!

Ashes and Snow.

Da anni sono affascinata da questo grande Artista: Gregory Colbert. Nella fotografia, come nel cinema bisogna saper cogliere l’attimo esatto, per emozionare l’osservatore. Ho deciso di rendere omaggio al suo documentario riproponendone un suo frammento.

 

Chalk and Soft pastel on paper. Faber Castell on pastelmat cm 42×30

Concorso Internazionale dei Madonnari a Grazie – Mantova – Italy

Tomorrow begins the Madonnari competition in the Ancient Fair to Grazie . For the 44 th edition I decided to do a tribute to another woman, a Santa beatified a few years ago. I’ve ‘known’ in my last trip to America, her story has fascinated me, and for several months I have dedicated myself to follow a search on her. Soon you will see the result.

My caos!!!! I'm ready!!!
My caos!!!! I’m ready!!!

Cretto di Gibellina.

Last week, I worked on a project that worried me a lot, the reproduction of a work of Burri: Cretto of Gibellina (Sicily) .The work’s genesis dates back to the destruction of the city of Gibellina (now called Gibellina Vecchia) caused by the earthquake of Belice January 14, 1968: the power of the earthquake completely destroyed the city, leaving the majority of homeless families. Burri designed a gigantic monument of death that goes through the streets and alleys of the old town: in fact it is the same place where once there were the ruins, now cemented by the work of Burri. From the work appears as a series of concrete fractures on the ground, whose artistic value lies in the freezing of the historical memory of a country. Each slit is between two and three meters wide, while the blocks are high about a meter and sixty and has an area of about 8000 square meters, making it one of the most extensive contemporary art in the world.
Commissioned by the Società Rionale Prato of Città di Castello, birthplace Burri. The work had to be done on the ground with the 3D technique. I accepted the challenge, reproduce a work is always an unknown factor. Fortunately being a three-dimensional work, the effect is very well managed.

Tempera and chalk on pavment, Mt 4×4.

Thank’s my friend Valentina for the help and Centro Culturale Artisti Madonnari. Thank’s very much all the Staff to the StreetFestival!!!!!

 

Mantova

Thanks to an alert of a friend I made a pleasant discovery. Years ago it was published this precious volume, a collection of photographs on my beloved city: Mantova.

Author: Gianfranco Levoni (if you are interested I leave you the link to purchase: https://www.amazon.it/Mantova-Gianfranco-Levoni/dp/886462161X)

The page for the Competition of the Grazie I find my beautiful photography, shooting for which they are also very fond of, because the painting has allowed me to win between Madonnari Maestri in 2012. What can I say, I am very happy !!!!!

 

1

Grazie ad una segnalazione di un amica ho fatto una piacevole scoperta. Anni fa è stato pubblicato questo pregiato volume, una raccolta fotografica sulla mia amata città: Mantova. Autore: Gianfranco Levoni ( se siete interessati vi lascio il link per l’acquisto: https://www.amazon.it/Mantova-Gianfranco-Levoni/dp/886462161X )

Alla pagina dedicata all’Incontro di Grazie trovo una mia bellissima fotografia, scatto a cui sono anche molto affezionata, visto che quel dipinto mi ha permesso di vincere tra i Maestri Madonnari nel 2012. Che dire, sono molto felice!!!!!

 

Art Chalk!

If you want to know the chalk art, not just street art as I do, but also pastels, tools … this book is for you!
Tracy Lee Stum will guide you in this universe and you will also find some of my works !!

Edit. Rockport Pub
Available through her website at tracyleestum.com
or Amazon — con Tracy Lee Stum e Ketty Grossi

Blumberg StreetArt Festival

Return to Blumberg is like coming home for me, between old friends, the legendary Clemens, the place, the hospitality … all excellent, as was the beer !!!!
This time I decided to make a tribute to the great director Hayao Miyazaki, specifically his ‘Laputa – The Castle in the Sky’.
I made a painting anamorphic, with respect to the project I had to make a change because I found a manhole in the middle of the space I needed, so I used it to my advantage. And the robot Guardian comes out of the manhole of Blumberg!

Tornare a Blumberg è come tornare a casa per me, tra vecchi amici, il mitico Clemens, il posto, l’ospitalità…tutto ottimo, come la birra!!!!
Questa volta ho deciso di fare un omaggio al grande Regista Hayao Miyazaki, precisamente alla sua ‘Laputa – Il Castello nel Cielo’.
Ho realizzato un dipinto anamorfico, rispetto al progetto ho dovuto fare una modifica perchè mi son trovata un tombino in mezzo allo spazio che mi serviva, così l’ho usato a mio vantaggio. E il robot Guardiano esca dal tombino di Blumberg.